Sora Antica (La storia, la cultura, i personaggi e le tradizioni, le ricette e lemanifestazioni)


Vai ai contenuti

Andrea Hittlèrre

C'era una volta > Na bettega

banner

Andrea Hittlèrre

banner
Negozio di Andra Hittlèrre oggi

Apparteneva alla famiglia Mancini, che a Sora è stata sinonimo di
fabbri sopraffini per molti anni. Andrea era della generazione di

mezzo, cresciuto tra la forgia e l'incudine, muovendosi tra queste
con la sua caratteristica lentezza, dovuta probabilmente alla sua
notevole altezza (quasi due metri), insolita per quei tempi, ben
piantato su due piedi che sfioravano la misura 50. Curioso il suo
nomignolo, che pare avesse un'origine che vale la pena raccontare. Durante l'occupazione tedesca di Sora, in un certo giorno, mentre la famiglia Mancini era riunita a tavola per consumare un modesto piatto di minestra, due soldati tedeschi fecero irruzione nella stanza. È immaginabile lo spavento dei commensali che rimasero impietriti ai loro posti. Solo Andrea, all'epoca dodicenne, spinto dall'incoscienza dei suoi anni e forse da una furba mossa, si alzò e offrì la sua minestra ai tedeschi. Questo gesto ebbe un effetto insperato, perché i due soldati dimostrarono di apprezzare il piatto fumante e tutti poterono tirare un sospiro di sollievo. Da quel giorno Andrea diventò la mascotte dei due tedeschi che, spesso, gli regalavano cibarie, molto gradite visti i tempi. Così a Canceglie tutti cominciarono a chiamarlo "Hittelèrre" e come sempre succede, il nomignolo divenne una sola cosa con il personaggio.

Per Andrea che con il tempo raggiunse la mole e le misure di cui sopra, un vero problema era trovare le scarpe adatte per i suoi piedi enormi. Un giorno, girando per i negozi di scarpe di Sora, ne trovò un paio presso il negozio Corona in Corso Volsci. Al momento in cui seppe il prezzo disse: "Corò, è troppe, me le da a metà prezzè?" Il titolare replicò: "Andrè si pazze? Se gire tutta Sora le scarpe pe' sse pede nnè le troue!" Andrea senza scomporsi aggiunse:"Corò, se gire tutta Sora i pede pe' sse scarpe manche tu i troue!" Questa battuta risultò essere così efficace che Andrea ebbe le scarpe pagandole molto meno del dovuto.

Negozio di Andra Hittlèrre oggi

Attività commerciali

banner
banner
banner
banner
banner
siamo contro la pedofilia
pulsante torna alla home page
pulsante torna indietro
pulsante vai avanti
pulsante vai al modulo email
pulsante vai al libro degli ospiti

Home Page | C'era una volta | Sorani illustri | Storia | Immagini | Manifestazioni | Arti, Mestieri e... | Scrivimi | Libro degli ospiti | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu