Sora Antica (La storia, la cultura, i personaggi e le tradizioni, le ricette e lemanifestazioni)


Vai ai contenuti

Fernanda e Tresenella

C'era una volta > Na bettega

banner

Fernanda e Tresenèlla

banner
Negozio di fernanda e tresenella

Proprio all'inizio di Via Zincone, quella che i sorani chiamano "I'azzeccata e San Saluéstre" c'erano, una di fronte all'altra, le botteghe di Tresenélla (Teresa Cristini) e di Fernanda (Fernanda L'Europa) maritata Sangermano.
Quella di Fernanda era una modesta rimessa, adibita a deposito, sia del canestro contenente le uova, unica merce in vendita, che di alcune sedie. Tutto l'armamentario veniva portato all'esterno quando la vendita iniziava e le sedie servivano per far stare comode le comari che, tra una chiacchiera e un rosario, erano solite far compagnia. Alla domanda che l'occasionale cliente le faceva circa la freschezza delle uova, lei rispondeva con arguzia e prontezza "Le so fatte i notte!"

Negozio di fernanda e tresenella

Quella di Tresenélla, invece, era un vero e proprio negozio. Spazioso, pieno di luce, con un'artistica vetrina che ancora oggi si trova sul lato di Via Branca. Era un emporio, in cui gli articoli di maggior smercio erano sigari e sigarette, che all'epoca si vendevano anche singolarmente. A tal proposito era ben nota l'abilità di Tresenélla di tirar fuori dal pacchetto, in un sol colpo, la quantità esatta di sigarette senza mai sbagliare.

Negozio di fernanda e tresenella

Attività commerciali

banner
banner
banner
banner
banner
siamo contro la pedofilia
pulsante torna alla home page
pulsante torna indietro
pulsante vai avanti
pulsante vai al modulo email
pulsante vai al libro degli ospiti

Home Page | C'era una volta | Sorani illustri | Storia | Immagini | Manifestazioni | Arti, Mestieri e... | Scrivimi | Libro degli ospiti | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu